Salta al contenuto

« Indietro

20/06/2018 Depuratore di Dorgali: assolto il Dg Murtas

Depuratore di Dorgali: assolto il Direttore Generale Sandro Murtas

La vicenda risale al 2008 - dieci anni di udienze, testimoni sentiti in Aula, deposizioni - conclusa ieri con l'assoluzione del Direttore Generale di Abbanoa Sandro Murtas con formula piena per non aver commesso il fatto.

Il reato contestato al Dg era di danneggiamento e deterioramento di acque destinate a pubblica utilità relativamente all'impianto di depurazione Dorgali (sversamento di reflui non trattati). Ad innescare il mal funzionamento dell'impianto era stato però un evento imprevedibile, ovvero un fulmine, che si era abbattuto sul depuratore causandone il fermo. Ieri il Giudice del Tribunale di Nuoro ha assolto il Direttore Generale, difeso dall'Avvocato Aldo Luchi, con formula piena per non aver commesso il fatto.

In particolare, la vicenda si riferisce ad uno sversamento verificatosi tra la fine del 2007 e gli inizi del 2008 a seguito di fermo dell'impianto di depurazione. Al momento della sua nascita, ad Abbanoa sono stati consegnati circa 300 impianti di depurazione: la stragrande maggioranza versavano in condizioni critiche tanto da non garantire nemmeno gli standard minimi di servizio. Mancavano del tutto i sistemi di telecontrollo e l'esecuzione dei piani di manutenzione era fortemente carente. Abbanoa negli anni ha dovuto far fronte a un sistema di smaltimento dei reflui che era ormai al collasso e che oggi è in sicurezza. Un quadro che si riflette esattamente sul depuratore di Dorgali oggetto della sentenza del Tribunale di Nuoro, avuto in eredità dal Gestore in condizioni critiche, tanto da finire fuori uso perché colpito da un fulmine.

Il Giudice ha riconosciuto la legittimità dell'operato del Gestore e dei suoi vertici, testimoniato proprio dall'assoluzione con formula piena del Direttore. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 gg.