Salta al contenuto

ABBANOA, CAMPAGNA "PAGA FACILE":

NIENTE DEPOSITO CAUZIONALE PER CHI ATTIVA

LA DOMICILIAZIONE BANCARIA O POSTALE

 

  • Chi attiva la domiciliazione del pagamento delle bollette entro il 31 dicembre 2014 non deve pagare la bolletta sul deposito che ha ricevuto a casa: deve usare il modulo allegato alla bolletta presentandolo compilato e firmato alla banca o all'ufficio postale dove ha il proprio conto corrente e non presso gli uffici di Abbanoa in quanto la società ha aderito al servizio "Seda" avanzato.

 

  • Chi ha già pagato il deposito, anche in passato, e richiede la domiciliazione del pagamento delle bollette, riceve il rimborso nella bolletta successiva.

 

Hai la domiciliazione delle bollette? Non paghi il deposito cauzionale. Abbanoa lancia la campagna "Paga facile" incentivando l'utilizzo di metodi di versamento alternativi al tradizionale bollettino postale.

Per venire incontro alle esigenze economiche delle famiglie e delle imprese, l'iniziativa prende le mosse dalla ridefinizione dei depositi cauzionali da parte dell'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI). Sono una forma di garanzia richiesta ai clienti al momento dell'attivazione di un'utenza. Servono a coprire eventuali insolvenze che, in caso contrario, peserebbero sulla totalità degli utenti che pagano regolarmente. I depositi sono già previsti da diversi gestori non solo di servizi idrici, ma anche nei campi della telefonia, energia elettrica, gas e così via.

Per quanto riguarda la Sardegna, Abbanoa ha ereditato una miriade di "variazioni sul tema" da parte dei precedenti gestori del Servizio idrico integrato. C'erano Comuni o Gestori che già richiedevano il deposito cauzionale, altri soltanto in parte o per niente.

L'Aeegsi, a livello nazionale, ha di recente ridefinito il pagamento del deposito cauzionale. Per ogni Ambito ha indicato anche le tariffe sui depositi: per la Sardegna sono principalmente 55,39 euro per le utenze domestiche residenti, 64 euro per le domestiche non residenti e 132,24 per le non domestiche e così via per altre tipologie d'utenze minori. Gli importi sono richiesti esclusivamente ai clienti che non hanno mai versato il deposito cauzionale o a chi l'ha versato parzialmente: in questo caso sarà richiesta la differenza.

Sono esenti le famiglie a basso reddito per le quali viene applicata la tariffa agevolata "No Tax". Abbanoa esenta anche chi attiva la domiciliazione bancaria e postale e ha un consumo annuo inferiore ai 500 mc. A chi l'attiva successivamente sarà restituito l'importo con detrazione nella successiva bolletta. Il deposito cauzionale è fruttifero: quindi, in caso di cessazione del contratto, viene restituito maggiorato degli interessi legali

Per le associazioni riconosciute e con consumi inferiori a mc 500 annui è prevista una tariffa agevolata

La stessa tariffa agevolata è stata introdotta anche per gli edifici di culto

 

E' possibile richiedere anche la riduzione dell'importo del deposito cauzionale per la quota parte già versato agli ex gestori del servizio (Modulo)

La domiciliazione bancaria e postale può essere richiesta compilando il modulo allegato alle bollette spedite a casa. Dovrà essere presentato compilato al proprio istituto di credito. I clienti potranno regolarmente controllare i consumi fatturati attraverso la bolletta cartacea che continua a essere inviata prima della scadenza, ma anche tramite il sito aziendale www.abbanoa.it dove è presente una sezione apposita: "fatture online". Alla data di scadenza della bolletta, gli importi da pagare vengono addebitati sul proprio conto corrente bancario. 

 

VADEMECUM

Cos'è il deposito cauzionale