Salta al contenuto

« Indietro

20 e 22-02-2019 Vallermosa e Siliqua: sportelli nei Municipi

Comunicato stampa del 19 febbraio 2019

 

VALLERMOSA E SILIQUA:

SPORTELLI DI ASSISTENTA CLIENTI

In corso la restituzione dei canoni di depurazione e lo sblocco della fatturazione.

Gli operatori del settore "Clients" presenti nei due Municipi per illustrare ai clienti

le procedure di rimborso e le agevolazioni per i pagamenti dei consumi arretrati

 

Come richiesto dalle amministrazioni comunali, Abbanoa ha organizzato per i prossimi giorni un servizio di assistenza clienti direttamente nei Municipi di Vallermosa (domani, mercoledì 20 febbraio 2019 dalle 9 alle 17) e Siliqua (venerdì 22 febbraio 2019 dalle 9 alle 17). Sono due centri interessati dalla restituzione dei canoni di depurazione per i periodi in cui non era attivo l'impianto di depurazione: a Vallermosa da gennaio 2012 ad agosto 2016 e a Siliqua da novembre 2011 a dicembre 2017. Per entrambi i centri Abbanoa ha ottenuto due finanziamenti per complessivi 1,2 milioni di euro, tramite i fondi Por destinati al ciclo integrato delle acque, e realizzato i lavori che hanno consentito di superare la criticità e garantire nuovamente il servizio di depurazione all'utenza.

La sentenza. A livello nazionale una sentenza della Corte Costituzionale aveva imposto in tutta Italia la restituzione dei canoni di depurazione per i periodi in cui il servizio non fosse stato garantito. Per Abbanoa è stato necessario modificare i sistemi di informatizzazione per procedere al ricalcolo delle fatture, alla restituzione degli importi e allo sblocco della fatturazione per i consumi successivi al periodo interessato alla sospensione: operazione che è stata conclusa nei mesi scorsi.

Modalità di restituzione. I clienti hanno ricevuto le note di credito con le indicazioni delle fatture interessate e l'importo che sarà restituito. L'importo rettificato comprende lo storno della quota della depurazione per i consumi nel periodo interessato e un terzo della quota fissa, come previsto dalle normative vigenti. Le modalità di restituzione dell'importo sono differenti in base alle situazioni in cui si trovano i clienti. Chi aveva già pagato le fatture si vedrà riconosciuto un credito che sarà sottratto nelle prossime bollette. Chi, invece, non avesse pagato le vecchie bollette si vedrà rettificati gli importi nel proprio estratto conto, fermo restando l'obbligo di pagare quanto dovuto.

Nuove fatture. I clienti hanno inoltre ricevuto le bollette per i consumi successivi al mese di dicembre 2017. Anche per queste sarà possibile richiedere un'ulteriore dilazione rispetto a quella già inclusa nella bolletta fino a un massimo di 60 rate (5 anni).