Salta al contenuto

FAQ 16: INGIUNZIONI FISCALI

1."Sono una Pubblica Amministrazione e ho ricevuto una doppia ingiunzione fiscale. E' un errore?"

Non si tratta di un errore. Nel caso di PA, l'ingiunzione fiscale viene inviata sia all'Ente titolare dell'utenza sia all'Ente pagatore, responsabile dei pagamenti. L'ingiunzione è la stessa ma è notificata a due soggetti (rispettivamente, per informativa e per la liquidazione). Fanno eccezione i Comuni, per cui a decorrere dal 30.04.2019 riceveranno l'ingiunzione solo presso l'ufficio responsabile dei pagamenti, come indicati nell'elenco ufficiale del sito ministeriale delle PA.

 

2. Come posso pagare un' Ingiunzione Fiscale dopo la notifica di un atto di pignoramento?

Lo Studio Legale che ha notificato l'atto le fornirà ogni informazione sulle modalità di pagamento, che prevedono:

A.    Pagamento del credito ingiunto, utilizzando il bollettino postale allegato all'Ingiunzione ricevuta per garantire un incasso automatico del versamento;

B.    Pagamento delle spese legali, come quantificate dallo Studio legale; occorre quindi acquisire dallo Studio legale l'importo delle spese legali, che variano in base alle attività svolte. Il pagamento delle spese legali deve avvenire esclusivamente sul conto di Abbanoa UNICREDIT SPA: IT31 E020 0805 3640  0003 0045 753 , indicando nella causale : "Spese legali Esecuzioni, [codice anagrafico è indicato sia nell'atto di Ingiunzione sia in qualsiasi bolletta], Ragione Sociale/Denominazione, Studio legale, [Numero ingiunzione fiscale è indicato sia nell'atto di Ingiunzione sia nell'atto di pignoramento]".

Le reversali di pagamento devono essere poi trasmesse all'indirizzo email dello Studio legale e alla email giudiziale.commerciale@abbanoa.it, per garantire l'immediato sblocco dei conti e avere ad oggetto: "Pagamento esecuzione: richiesta sblocco conti codice anagrafico ...".