Salta al contenuto

ABBANOA PRECISA

Comunicato stampa del 17 ottobre 2016

SILIGO: COMUNE MAI GESTITO DA ABBANOA

Nessuna "battaglia" per prendere in carico centri non gestiti

In merito all'articolo "Siligo dice addio ad Abbanoa: gestirà l'acqua in autonomia", pubblicato su La Nuova Sardegna di oggi lunedì 17 ottobre 2016, Abbanoa precisa quanto segue:

·         Il servizio idrico integrato di Siligo non è mai stato gestito da Abbanoa. Almeno da quando esiste il Gestore unico, il Comune ha sempre avuto una gestione autonoma. Non ci sarà quindi alcuna "sostituzione" nella gestione del servizio a differenza di quanto riportato nell'articolo.

·         Abbanoa non ha mai fatto alcuna "battaglia", come riportato sempre nell'articolo, nei confronti del Comune di Siligo. Spetta all'Ente di governo d'Ambito EGAS, sulla base della normativa nazionale, confermare quali dei Comuni attualmente autonomi abbiano i requisiti per proseguire in una gestione differente.

·         Per quanto riguarda gli altri due Comuni autonomi citati dall'articolo, si rammenta che Domusnovas è stato commissariato dalla Regione perché il proprio depuratore era in condizioni critiche (della depurazione se n'è dovuta fare carico Abbanoa con l'invio dei reflui del paese all'impianto consortile di Musei-Iglesias) mentre Sinnai ha richiesto l'approvvigionamento integrativo dall'acquedotto di Abbanoa perché non aveva risorsa sufficiente per far fronte ai consumi delle proprie utenze.

·         Tali criticità dimostrano che, stando all'impostazione che pare abbia dato Egas, ai tre Comuni è stato concesso di mantenere un'autonomia esclusivamente perché hanno in corso un contratto di gestione del servizio idrico integrato con società esterne o municipalizzate e non per presunte gestioni virtuose. Non solo: nei tre Comuni, al pari di Abbanoa, le tariffe saranno stabilite in base ai costi di gestione e alla necessità di garantire risorse adeguate per effettuare investimenti nelle proprie infrastrutture.