Salta al contenuto

ABBANOA PRECISA

TORRE DELLE STELLE, ATTIVITA' IN CORSO NEL RISPETTO DELLA SENTENZA DEL TAR.

Abbanoa ha messo in atto tutto quanto è necessario per l'acquisizione della gestione provvisoria delle reti di Torre delle Stelle. Il Gestore sta adempiendo pienamente a quanto previsto dalla sentenza del Tar Sardegna affrettando tutte le attività per arrivare prima possibile a una soluzione. Abbanoa ha infatti già portato avanti i sopralluoghi e le verifiche propedeutiche alla gestione provvisoria della località turistica, accelerando su tutte quelle azioni già avviate nel corso del 2015. E questo nonostante manchino quegli atti formali che il Gestore sta sollecitando agli enti preposti, ma né Egas, né il Comune né lo stesso Condominio hanno al momento fornito.

In relazione all'istruttoria documentale necessaria per una corretta procedura di acquisizione  e gestione provvisoria del servizio, mancano del tutto i seguenti documenti:

·         Mappatura delle reti

·         Accatastamenti

·         Documenti progettuali

·         Collaudo delle opere e apparecchiature

·         Stato di consistenza delle opere comunali

Sono inoltre carenti le planimetrie e la loro sommarietà non consente di individuare dove siano precisamente le opere pubbliche da gestire. Non sono neanche desumibili la natura delle tubazioni, i diametri e la profondità di posa, la posizione delle condutture sotto le strade e la posizione e  il numero delle utenze fornite. Infine: le banche dati delle utenze sono gravemente carenti e non utilizzabili per la fatturazione in quanto non aggiornate, prive di ufficialità e non certificate dal responsabile del procedimento.

Abbanoa, sicura di dare una informazione in più ai vostri lettori, coglie l'occasione per precisare anche il Testo Unico Ambientale e le norme sull'organizzazione del servizio idrico integrato prevedono che l'Ente di Governo d'Ambito, Egas, debba autorizzare Abbanoa, ma soltanto dopo aver ottenuto lo stato di consistenza delle reti che ne attesti il loro collaudo (mappe e documentazione tecnica su pozzi, condotte e serbatoi che risultano addirittura in terreni privati) e la banca dati di tutte le utenze che consenta di poter fatturare regolarmente i consumi delle singole utenze interne al villaggio. Clienti che devono essere contrattualizzati garantendo, così, le risorse necessarie per la gestione ordinaria delle reti. In caso contrario, i costi di gestione di Torre delle Stelle peserebbero sulle bollette di tutti i clienti della Sardegna.

In riferimento a quanto riportato su Sardinia Post nell'articolo "Abbanoa, fuga da Torre delle Stelle. E la Procura di Cagliari apre un'inchiesta", avvalendosi del diritto di rettifica previsto dall'articolo 8 della Legge 47/1948, Abbanoa chiede di:

·         rettificare immediatamente quanto riportato "il rilevantissimo ritardo accumulato dal gestore del servizio idrico" poiché non veritiero e sconfessato dal contenuto reale della sentenza. I Giudici parlano infatti di "rilevantissimo ritardo nell'espletamento dei predetti adempimenti, di competenza - in via normale - dell'Ente di governo dell'ambito per l'affidamento del servizio al Gestore".

·         rettificare la frase che segue il virgolettato, "si tratta di un passaggio cruciale, perché fuga ogni dubbio sul fatto che già da tempo Abbanoa avrebbe dovuto dar corso alla decisione della giustizia amministrativa", poiché frutto dell'elaborazione giornalistica su basi, appunto, errate.