Salta al contenuto

Speciale Oristano - Commento alla tabella

L'acqua distribuita a Oristano non presenta anomalie.

L'acqua distribuita a Oristano non presenta valori critici e conferma quindil'idoneità all'utilizzo. Abbanoa per la città di Oristano realizza un piano di campionamenti su 15 punti ritenuti rappresentativi dell'intera rete cittadina, che vengono analizzati a rotazione con un valore medio di 7 campionamenti quindicinali. I punti di prelievo si trovano nelle seguenti vie:

  • Via Othoca 67FP (serb. V. Iglesias)
  • Via Gialeto 95 FP (serb. V. Solf)
  • Via Tirso 111 FP (serb. Sa Rodia)
  • Viale Brianza 46 (serb V. Marconi)
  • Via Tempio 40 (serb. Via Milis)
  • Via Palmas 87 FP (serb V. Marconi)
  • Via M. d'Arborea 7- FP (Sa Rodia)
  • Via Quasimodo – fontanella pubblica
  • Via Amsicora 122 (serb. V. Temo)
  • Via Corelli nicchia (serb. S. Martino)
  • P.zza Chiesa a Donigala
  • P.zza Chiesa Massama – fontanella pubblica
  • Via S.Giacomo 20 a Nuraxinieddu - fontanella pubblica
  • Via Adua 116/66 a Silì - fontanella pubblica
  • Via E. d'Arborea a Torregrande - fontanella pubblica

Caratteristiche di base. Le acque erogate risentono dell'origine (pozzi o sorgente). A seconda della provenienza cambia in modo sostanziale la mineralizzazione e conseguentemente cambiano le caratteristiche organolettiche (sapore). In generale le acque distribuite a Oristano si presentano incolori, inodori, insapori. Rispettano quindi le caratteristiche di qualità previste dalla normativa vigente

Caratteristiche organolettiche. Dal punto di vista organolettico, per quanto riguarda le acque di sorgente si può evidenziare come presentino una ridotta mineralizzazione con bassi valori sia di durezza che di cloruri e sodio. Le acque dei pozzi, invece, presentano una maggiore durezza, ma soprattutto un elevato contenuto di cloruri e sodio: in questo caso le acque risultano più salate.

Le conclusioni. L'attuale sistema di approvvigionamento presenta alcune criticità, dipendenti sia dalla possibilità di alterazione delle sorgenti in caso di pioggia e dal progressivo incremento di salinità dei pozzi utilizzati (presenza di cloruri). Il futuro impianto di potabilizzazione (Silì) concepito con tecnologie avanzate di trattamento permetterà di utilizzare acque con buone caratteristiche chimico-fisiche (fonte: lago Omodeo) con costanza di qualità nell'anno in modo da superare le possibili criticità stagionali delle sorgenti e sopperire alla progressiva inadeguatezza delle acque dei pozzi.