Salta al contenuto

« Indietro

500 nuovi mezzi aziendali con sistema di controllo satellitare

Comunicato stampa del 31 luglio 2015

 

500 NUOVI MEZZI AZIENDALI

CON SISTEMA DI CONTROLLO SATELLITARE

Abbanoa presente 24 ore su 24, interventi immediati su impianti e reti

 

L'efficienza tecnologica e il miglioramento degli standard qualitativi, anche sul fronte dei mezzi a disposizione, sono requisiti fondamentali per garantire una copertura totale sul territorio. Abbanoa rinnova completamente il proprio parco auto: cinquecento nuovi mezzi aziendali con sistema di controllo satellitare, le "black box" in ogni veicolo. Due gli obiettivi che hanno spinto il Gestore al rinnovamento completo del parco mezzi: la necessità di intervenire immediatamente per risolvere eventuali criticità e problemi negli impianti e nelle reti, ma anche pianificare al meglio le attività delle squadre nei territori.

La finalità ultima dell'investimento è appunto quella di garantire una presenza 24 ore su 24 in ognuno degli 8 distretti, fornendo massima assistenza e professionalità  nella risoluzione delle criticità. Abbanoa effettua infatti oltre 52mila interventi di manutenzione straordinaria all'anno, che si aggiungono a quelli già programmati. Una mole di lavoro che spinge spesso tecnici e operatori a spostarsi seguendo tragitti lunghi per raggiungere zone impervie che dilatando i tempi di risoluzione degli interventi. Lo stato delle reti sarde, ormai noto alle cronache per via delle perdite (il 53% dell'acqua messa in rete non arriva al rubinetto) è infatti in condizioni fatiscenti: le condotte sono soggette a continui guasti e rotture che richiedono costanti interventi. Un impegno costante, quello di Abbanoa sul territorio, che necessitava di un rinforzo sul fronte del parco auto.

Rinnovo parco auto per migliorare il servizio.

L'esigenza di modernizzare i propri veicoli è quindi nata dalla volontà dell'azienda di offrire un servizio migliore ai cittadini e garantire interventi immediati sugli impianti e sulle reti. Per farlo era fondamentale che il parco auto crescesse di numero e qualità e che migliorasse in efficienza tecnologica e standard qualitativi, requisiti fondamentali per garantire, anche sul fronte dei mezzi a disposizione, un servizio all'altezza delle sfide che Abbanoa ha raccolto per rendere sempre più efficiente, moderno e competitivo  il servizio idrico della Sardegna.

I nuovi mezzi.

Le prime quattrocento vetture già individuate sono 289 Panda van, 27 quattro per quattro, 65 Fiorino, un Doblò, 6 Punto e 12 Panda.  149 mezzi saranno nella sud dell'Isola (Cagliari, Sulcis e Medio Campidano), 140 nel centro (Oristano, Nuoro e Ogliastra) e 109 nel nord (Sassari e Gallura).

L'investimento è di quasi sei milioni e mezzo di euro per il noleggio a lungo termine (60 mesi) dei nuovi mezzi. Le prime 125 unità sono state consegnate in questi giorni, altre 125 già ordinate arriveranno entro metà settembre mentre ulteriori 150 mezzi saranno disponibili dal prossimo anno. Il contratto prevede in più una quota del 20 per cento (80 mezzi) da consegnare in base alle esigenze. A questi si aggiungono una ventina di mezzi pesanti (tra cui autobotti e autospurgo) acquistati con altre formule. I settori principali con i nuovi mezzi in dotazione saranno Distribuzione (competente sulle reti) e Misure (allacci e letture dei contatori)

Le black box

Tutti i veicoli in dotazione all'azienda, compresi autospurgo e autobotti, saranno dotati di una black box (scatola nera): si tratta di un dispositivo elettronico satellitare (Gps, Gsm/Gprs) in grado di registrare e trasmettere alcuni parametri e attività utili a migliorare la gestione dell'intero parco mezzi. Grazie a un programma informatico, un ufficio apposito potrà monitorare in tempo reale il dispiegamento nei territori. In caso di emergenza sarà possibile dirottare le squadre più vicine, a seconda della tipologia dei mezzi necessari per l'intervento da eseguire.

Pianificazione

Il nuovo sistema consentirà anche una più efficiente pianificazione delle attività da effettuare nei territori. Sarà possibile monitorare i tragitti al fine di fornire alle strutture aziendali tutte le informazioni necessarie a una corretta razionalizzazione dei percorsi.