Salta al contenuto

12 giugno 2020

 

NOMINATO IL NUOVO

CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE

Il professor Gabriele Racugno eletto presidente

 Il dottor Fernando Ferri e l'ingegner Franco Piga componenti del Cda

 

L'assemblea degli Azionisti (Regione e Comuni soci) ha eletto oggi, venerdì 12 giugno 2020, il nuovo Consiglio d'Amministrazione di Abbanoa. La riunione si è tenuta alla Fiera Campionaria di Cagliari, scelta per garantire adeguati spazi necessari a rispettare le misure di sicurezza dettate dall'emergenza Covid-19. I nomi scelti dagli azionisti sono il dottor Fernando Ferri, l'ingegner Franco Piga e il professor Gabriele Racugno. Con separata votazione, quest'ultimo è stato nominato presidente del CdA. L'organo collegiale, così come stabilito dagli azionisti, prende il posto della figura dell'amministratore unico il cui incarico era ricoperto dall'ingegner Abramo Garau alla guida dell'Azienda dal luglio del 2018. All'ordine del giorno dell'assemblea degli azionisti c'erano anche alcune modifiche dello statuto che sono state approvate in apertura di seduta.

Abbanoa, con un utile pari a 4,875 milioni, fatturato per 345,14 milioni e si conferma primo soggetto industriale della Sardegna, motore economico e finanziario per le aziende del comparto. I dati dell'ultimo bilancio testimoniano il consolidamento del processo di ristrutturazione e di ampliamento delle attività a favore del cliente: sono stati contenuti i costi operativi a livelli inferiori al 2002 (184,32 milioni di euro rispetto ai 220 milioni delle gestioni passate) ed è stato raggiunto un margine operativo di esercizio (sottraendo i costi operativi ai ricavi da vendita) positivo per 86 milioni con una differenza abissale in rapporto al 2002, quando con la somma delle precedenti gestioni il margine operativo di esercizio risultava in rosso per 66,5 milioni di euro. Allora c'erano Regione e Comuni ad appianare i debiti. Abbanoa ha vinto la scommessa del "full cost recovery": il servizio che si regge sulla tariffa.

I risultati. Impegnata in un salto tecnologico che punta sull'innovazione e l'efficientamento di impianti e reti, Abbanoa rappresenta una realtà caratterizzata da un forte profilo industriale, pronta a cogliere le sfide della quarta rivoluzione industriale, che attraverso l'industria 4.0 porterà alla produzione del tutto automatizzata e interconnessa. Per quanto riguarda il panorama nazionale, il Gestore del servizio idrico integrato della Sardegna si è ormai attestato come una delle principali società in house del servizio idrico integrato in Italia ed è terza per valore della produzione tra i soggetti pubblici, con Acquedotto Pugliese e Smat, membro dell'esecutivo di Utilitalia e socio fondatore dell'APE "Aqua publica europea", l'associazione con sede a Bruxelles che raccoglie gli operatori pubblici del servizio idrico nel Vecchio Continente.

Il bilancio L'ultimo bilancio presenta un risultato d'esercizio chiuso in positivo per 4,875 milioni grazie a una incisiva azione di contenimento dei costi operativi con un'attenta programmazione e monitoraggio dei budget previsti per gli interventi di manutenzione. Il margine operativo della Società, sottraendo i costi operativi ai ricavi da vendita, è positivo per 86 milioni di euro. 

I costi operativi. Abbanoa gestisce 46 grandi acquedotti lunghi complessivamente 4.300 chilometri, 7.700 chilometri di reti idriche urbane,  360 impianti di depurazione fognaria, 6.600 chilometri di reti fognarie, 1.800 impianti di sollevamento e 46 potabilizzatori. Questi ultimi hanno prodotto oltre 220milioni di metri cubi d'acqua potabilizzata, utilizzata dai clienti di tutta la Sardegna i cui scarichi fognari vengono successivamente depurati sempre da Abbanoa per essere restituiti all'ambiente.

Abbanoa spende di meno garantendo il doppio dei servizi delle gestioni passate: i costi operativi di questa immensa industria dell'acqua sono pari a 184,32 milioni di euro mentre nel 2002 le precedenti gestioni avevano costi operativi di 177,7 milioni di euro. Importo che, adeguato all'inflazione, è pari agli attuali 220 milioni di euro.