Salta al contenuto

Comunicato stampa

AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA DI SLACCI DI FEBBRAIO 2018

Condomini di lusso tra i plurievasori dell'acqua

LOCALITA' "TOP" DELLE DESTINAZIONI IN SARDEGNA REGNO DEGLI EVASORI DEL SERVIZIO IDRICO

 

La sospensione dell'erogazione riguarda utenze per le quali, nel rispetto delle disposizioni del Regolamento del Servizio Idrico Integrato e della Carta dei Servizi, è stata conclusa la procedura di messa in mora (raccomandata primo sollecito, secondo sollecito con preavviso di slaccio) su bollette relative alla fatturazione dei consumi effettuati. E' sospeso il recupero delle fatture per conguagli regolatori (cc.dd. "partite pregresse").

Ai Clienti che vogliono regolarizzarsi è stato concesso sino al 19.02.2018. Gli slacci saranno eseguiti infatti a partire dal giorno 20.02.2018.

I dati dell'evasione

Hanno usufruito per almeno due anni (che salgono a 3-4-5) di acqua potabile e servizio di depurazione degli scarichi senza mai pagare una bolletta. Anche nella lista dei plurimorosi  ci sono rinomati condomini di lusso in località turistiche considerate "top" delle destinazioni in Sardegna come Olbia, San Teodoro, Arzachena, Stintino e via dicendo.

Si tratta, in generale, di clienti con oltre cinque bollette da pagare e debiti per diverse migliaia di euro. Sono circa trecento posizioni che Abbanoa ha deciso di far rientrare nella nuova campagna di lotta ai plurievasori dell'acqua di febbraio e che, avvisati sul sito Abbanoa (con pubblicazione elenco completo utenze), rientreranno nelle procedure di slaccio del servizio.

Sono morosi recidivi con fatture mai saldate e innumerevoli solleciti fatti cadere nel vuoto. Rappresentano meno dello 0,05 per cento degli oltre 700mila clienti di Abbanoa ma hanno procurato all'azienda mancati incassi per quasi un milione di euro: un danno per il corretto funzionamento del Servizio idrico integrato e una beffa per la stragrande maggioranza dei clienti che invece paga regolarmente i propri consumi. Fra le categorie più puntali nei pagamenti ci sono i pensionati mentre tra i plurimorosi figurano, come già si era verificato lo scorso anno, anche resort, condomini di lusso e villaggi vacanze.

Azione massiva sui plurimorosi

La sospensione dell'erogazione dell'acqua non è l'effetto immediato al mancato pagamento di una bolletta, ma la conseguenza del protrarsi nel tempo di un atteggiamento elusivo delle regole e del servizio che, al contrario, vengono rispettati da 8 sardi su 10. E' per questo che ai morosi recidivi in queste settimane verrà sospesa l'erogazione idrica, un'azione mirata e ampiamente documentata che si inserisce nel progressivo riordino e certificazione che Abbanoa sta portando avanti a garanzia di chi regolarmente paga il servizio.

Proprio il fatto che l'acqua sia un bene primario - a prescindere dal processo di industrializzazione che in Sardegna richiede fatica e costi enormi (il solo fatto di prendere l'acqua  dagli invasi e potabilizzarla ha un costo di energia di circa 50 milioni di euro,  1/4 circa rispetto a quanto incassa Abbanoa) – ha spinto il gestore del servizio idrico integrato a dare congruo preavviso all'utente con tutti i mezzi a disposizione.

Bonus idrico

Resta poi il tema di chi non ha risorse sufficienti per far fronte al pagamento delle bollette. A coloro che si trovano in difficoltà vengono infatti proposte diverse soluzioni: dalle tariffe agevolate per le famiglie a basso reddito ai lunghi piani di rateizzazione, passando per il servizio di conciliazione e di recupero crediti. Non solo. Abbanoa ha da tempo proposto ad Egas, Ente di governo d'Ambito della Sardegna,  l'istituzione di un "Fondo per le povertà estreme" che possa andare quanto più possibile incontro alle esigenze di chi, in condizioni socio-economiche estremamente gravi (ovviamente certificate al gestore), non è in condizione di far fronte al pagamento dell'utenza idrica. Proposta che si è concretizzata con il bonus idrico.

 

Chi deve regolarizzare la propria posizione può sceivere alla mail: info@abbanoa.it

Eventuali contestazioni verranno esaminate tempestivamente.

ISTRUZIONI PER EVITARE L'INTERRUZIONE DEL SERVIZIO PER MOROSITA'

N.B. Le istruzioni sono valide per tutti i clienti soggetti ad azioni di sospensione della fornitura per morosità, anche precedenti.